AHURA / 2018

La vita stessa di Frida Kahlo fu un’opera d’arte. Con ceramiche del Messico e sculture azteche ha creato un linguaggio estetico di forme e significati. Il suo mondo era popolato di oggetti del passato precolombiano, che sono diventati oggetti fondanti della sua attività artistica. Ci siamo chiesti “Se Frida Kahlo vivesse ai nostri tempi, quale sarebbe il suo look?” “Se interpretasse un film di Pedro Almodovar, quali stilemi si originerebbero dalla collaborazione tra i due artisti?” Il mondo surreale, colorato, eccentrico della pittrice messicana si sovrappone alla scenografie che compaiano nei fotogrammi del regista spagnolo, dando origine ad una gamma di tinte, materiali, forme che si inseriscono nel contesto contemporaneo. Seguendo il trend folk.chic proposto oggi da moda e design, questa collezione prendere le distanze dal minimalismo, pur mantenendo un rigore nelle partiture e nell’equilibrio dei contrasti. Le campiture di colore piene e dense sono invase da forme sensuali, fiori, foglie e farfalle. Animali fantastici incontrano pattern geometrici e texture tridimensionali. Nasce così una collezione di oggetti permeati di eccentrica eleganza, che raccontano mondi fantastici con decori contrastanti. Ma mai eccessivi. Dai musei alle nostre case, l’artista messicana ci propone accessori che fioriscono, richiamando atmosfere esotiche e paradisiache. Le ritroviamo nei vasi in ceramica, nei tavolini da salotto, nei centrotavola. Complementi d’arredo con un forte valore identitario che renderanno unica la vostra casa. Portando con se l’energia e la carica messicana. Come la musa che l’ha ispirata, anche la collezione Imaginarium di Ahura cita una femminilità che non scende a compromessi. E sceglie un’icona di stile, per arredare casa.

4 7 56